home

indice ceramisti

indice fabbriche

Luigi PESCIO  

Il tecnico della ceramica e fornaciaio Luigi Pescio (1905-1977) inizia a lavorare, all'etÓ di dieci anni, presso la manifattura albisolese "Alba Docilia".
Dopo aver fatto esperienza presso la "
M.G.A. di proprietÓ di Giuseppe Mazzotti, collabora per alcuni anni con le manifatture ceramiche albisolesi la "Fenice" e la "S.P.I.C.A.".
Nel 1943 Ŕ tra i soci fondatori, insieme con Paolo Castello,
Giuseppe Venturi e Giacinto Canepa, della "I.C.A."  (Industira Ceramiche Albisolosi).
Alla fine del secondo conflitto mondiale Luigi Pescio lascia la "I.C.A.", divenuta "
F.A.C." (Fabbrica Albisolese Ceramiche) e, dopo un incarico di direttore artistico della "Rayon" si associa, dal 1950 fino al 1955, con Ernesto Daglio nella proprietÓ della "Fenice".
Alcuni anni dopo lascia la "Fenice" per aprire un manifattura ceramica per proprio conto e, rilevata con il fratello la fabbrica di ceramiche e maioliche artistiche albisolese "
La Casa dell'Arte", nel 1955 fonda la manifattura ceramica "I.M.A." (Industria Maioliche Albisola) che oltre alla produzione di ceramiche artistiche si prefigge lo scopo di mettere a disposizione degli artisti interessati gli strumenti necessari alla realizzazione delle loro opere.
Con Luigi Pescio lavorano nelle manifattura di famiglia i figli
Luigi junior ed Angelo.