home

indice ceramisti

indice fabbriche

Domenico BIANCHI QUOTAZIONI

Nato ad Anagni nel 1955, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Roma ed esordisce nel 1977 con una personale al Fine Arts Building di New York.
Nel 1978 presenta sei lavori: segni e forme su fogli di carta bianchi, alla Galleria d'Arte Ugo Ferranti di Roma.
Dopo aver preso parte a varie collettive a Parigi , Stoccarda e Roma nel 1984 partecipa insieme ad altri artisti alla mostra "Ateliers" curata da Achille Bonito Oliva e allestita Ateliers nei locali della ex Fabbrica Cerere a Roma e nello stesso anno partecipa ad una collettiva di artisti italiani presentata a New York e alla Biennale di Venezia.
Nel 1986 di nuovo alla Biennale d'Arte di Venezia, nella sezione Arte e Alchimia.
Sempre a New York presenta, nel 1987, una personale alla Galleria Sperone-Westwater.
Nel 1989 alla collettiva del Castelo di Rivoli.
Nel 1992 partecipa alla III Biennale d'Arte di Istambul e presenta alcune opere alla collettiva "Terrae motus" allestita nelle sale della Regia di Caserta.
Nel 1993 tiene una personale a Bologna, alla Galleria d'Arte Moderna di Villa delle Rose e partecipa nuovamente alla Biennale veneziana.
Nel 1996 espone, insieme a Jannis Kounellis, alla Galleria Scognamiglio & Teano di Napoli e nel 1998, questa volta insieme a Marisa Merz, alla Galleria Christian Stein di Milano.
Nella seconda met degli anni Novanta Domenico Bianchi invitato a realizzare alcune opere in ceramica dalla "Bottega Gatti" di Faenza.
Nel 2000 espone i suoi lavori alla mostra "Intorno a Borromini" ospitata dall'Accademia di Ungheria di Roma.
Nel 2001 partecipa alla collettiva "I Giganti" allestita ai fori imperiali a Roma.
Nel 2002 il Centro per le Arti Visive di Pesaro gli dedica la mostra "La ricerca della Luce. Appunti sull'Arte di Domenico Bianchi" e nel settembre del 2003 al Macro di Roma viene presentata una grande mostra antologica dedicata all'artista.

www.museomadre.it/bio_show.cfm?id=33